La mattina del 24 luglio 1923, a Venezia, viene convocata un’adunanza straordinaria del consiglio comunale per approvare la proposta di Nino Barbantini, direttore della Galleria Internazionale d’Arte moderna di Venezia, per organizzare una mostra sul “Ritratto veneziano dell’Ottocento” da svolgersi l’autunno venturo al secondo piano di Ca’ Pesaro . È questo un evento particolarmente importante: probabilmente è la prima volta che un museo pubblico dedicato all’arte moderna realizza, all’interno del proprio edificio, un’esposizione temporanea tematica.

I bisnonni di Margerita Sarfatti ritratti da Michelangelo Grigoletti. Le prime mostre veneziane dedicate all’Ottocento (1923-1950)

Vittorio Pajusco
2021

Abstract

La mattina del 24 luglio 1923, a Venezia, viene convocata un’adunanza straordinaria del consiglio comunale per approvare la proposta di Nino Barbantini, direttore della Galleria Internazionale d’Arte moderna di Venezia, per organizzare una mostra sul “Ritratto veneziano dell’Ottocento” da svolgersi l’autunno venturo al secondo piano di Ca’ Pesaro . È questo un evento particolarmente importante: probabilmente è la prima volta che un museo pubblico dedicato all’arte moderna realizza, all’interno del proprio edificio, un’esposizione temporanea tematica.
Omaggio a Michelangelo Grigoletti (1801-1870)
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
324277_Comune_Pordenone_Vol_Grigoletti_Aff_LR (1).pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso gratuito (solo visione)
Dimensione 4.94 MB
Formato Adobe PDF
4.94 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10278/3740368
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact