L’isola ha da sempre alimentato le fantasie dei continentali: topos letterario, crogiolo dell’esotismo, luogo dell’esilio e del confino, con l’avvento del turismo è divenuta una meta vacanziera. Spesso rappresentate come isolate e sospese - nel tempo e nello spazio - le isole sono divenute luoghi della villeggiatura, della contemplazione e dello svago. Il peculiare ambiente insulare ha però dimostrato di sopportare con più difficoltà i grandi flussi di visitatori generati dal turismo di massa, che ha contribuito al depauperamento delle risorse naturali e all’impoverimento delle culture locali. Anche sulla scorta della presa di coscienza di questi problemi crescenti l’ecoturismo ha iniziato ad imporsi come una possibile soluzione in grado di far convivere i flussi turistici con la tutela ambientale delle isole. Dal whale-watching al largo delle coste islandesi alle camminate all’interno delle gole dell’isola di Creta, l’offerta ecoturistica nelle isole europee è oggi ricca e stimolante ad ogni latitudine; sette saggi ci guidano in un viaggio alla scoperta della storia dell’ecoturismo negli ambienti insulari in Europa.

L’isola ha da sempre alimentato le fantasie dei continentali: topos letterario, crogiolo dell’esotismo, luogo dell’esilio e del confino, con l’avvento del turismo è divenuta una meta vacanziera. Spesso rappresentate come isolate e sospese - nel tempo e nello spazio - le isole sono divenute luoghi della villeggiatura, della contemplazione e dello svago. Il peculiare ambiente insulare ha però dimostrato di sopportare con più difficoltà i grandi flussi di visitatori generati dal turismo di massa, che ha contribuito al depauperamento delle risorse naturali e all’impoverimento delle culture locali. Anche sulla scorta della presa di coscienza di questi problemi crescenti l’ecoturismo ha iniziato ad imporsi come una possibile soluzione in grado di far convivere i flussi turistici con la tutela ambientale delle isole. Dal whale watching al largo delle coste islandesi alle camminate all’interno delle gole dell’isola di Creta, l’offerta ecoturistica nelle isole europee è oggi ricca e stimolante ad ogni latitudine; sette saggi ci guidano in un viaggio alla scoperta della storia dell’ecoturismo negli ambienti insulari in Europa.

Il tesoro dell'isola. Ecoturismo e insularità in Europa

Federica Cavallo
2021

Abstract

L’isola ha da sempre alimentato le fantasie dei continentali: topos letterario, crogiolo dell’esotismo, luogo dell’esilio e del confino, con l’avvento del turismo è divenuta una meta vacanziera. Spesso rappresentate come isolate e sospese - nel tempo e nello spazio - le isole sono divenute luoghi della villeggiatura, della contemplazione e dello svago. Il peculiare ambiente insulare ha però dimostrato di sopportare con più difficoltà i grandi flussi di visitatori generati dal turismo di massa, che ha contribuito al depauperamento delle risorse naturali e all’impoverimento delle culture locali. Anche sulla scorta della presa di coscienza di questi problemi crescenti l’ecoturismo ha iniziato ad imporsi come una possibile soluzione in grado di far convivere i flussi turistici con la tutela ambientale delle isole. Dal whale-watching al largo delle coste islandesi alle camminate all’interno delle gole dell’isola di Creta, l’offerta ecoturistica nelle isole europee è oggi ricca e stimolante ad ogni latitudine; sette saggi ci guidano in un viaggio alla scoperta della storia dell’ecoturismo negli ambienti insulari in Europa.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
leg_Paci Cavallo_x stampa.pdf

non disponibili

Tipologia: Versione dell'editore
Licenza: Accesso chiuso-personale
Dimensione 1.61 MB
Formato Adobe PDF
1.61 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10278/3737953
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact