L’intento di questo saggio è quello di offrire una preliminare analisi di due romanzi autobiografici pubblicati da Violette Leduc nel 1964 e da Sapienza nel 1967. Considerando i temi principali – specialmente l’infanzia –, alcune parole chiave, i riferimenti intertestuali e le recensioni uscite dagli anni Sessanta a oggi, si traccia un breve itinerario critico cercando di rivelare come Leduc possa essere stata un modello letterario ma anche editoriale per Sapienza.

Note per un raffronto: La Bâtarde di Violette Leduc come possibile modello letterario ed editoriale di Lettera aperta di Goliarda Sapienza

Alessandra Trevisan
2020

Abstract

L’intento di questo saggio è quello di offrire una preliminare analisi di due romanzi autobiografici pubblicati da Violette Leduc nel 1964 e da Sapienza nel 1967. Considerando i temi principali – specialmente l’infanzia –, alcune parole chiave, i riferimenti intertestuali e le recensioni uscite dagli anni Sessanta a oggi, si traccia un breve itinerario critico cercando di rivelare come Leduc possa essere stata un modello letterario ma anche editoriale per Sapienza.
Elena Santagata, Tiziano Zanato (a cura di), Dieci brevi studi per Silvana Tamiozzo. Con un inedito di Fabio Pusterla
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10278/3733146
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact