Due manoscritti tra Costantinopoli e Alessandria e la lettera di Natanaele metropolita di Pentapolis all’arconte Manuele Theophilos (fine del XIV secolo)