Il contributo tenta di aggiungere qualche elemento utile all'identificazione dell'ancora anonimo autore di questo piccolo canzoniere, prodotto verosimilmente a Milano verso la metà del Quattrocento e giuntoci in un'unica, elegante redazione manoscritta (codice King's 322 della British Library di Londra). La donna amata, appellata con il senhal di "Zucarina", si chiamava in effetti Ambrosina Muzzan, figlia o nipote di un personaggio importante della corte milanese come Maffeo di Ambrogio da Muzzano. Il suo cortese innamorato, uomo probabilmente ricco ma forse non nobile, allestì il codice oggi King's per regalarlo all'amata, dimostrando poca perizia poetica ma affidandosi a importanti copisti, miniatori e decoratori.

Nuovi ragguagli sul "Canzoniere per Zucarina"

Tiziano Zanato
2020

Abstract

Il contributo tenta di aggiungere qualche elemento utile all'identificazione dell'ancora anonimo autore di questo piccolo canzoniere, prodotto verosimilmente a Milano verso la metà del Quattrocento e giuntoci in un'unica, elegante redazione manoscritta (codice King's 322 della British Library di Londra). La donna amata, appellata con il senhal di "Zucarina", si chiamava in effetti Ambrosina Muzzan, figlia o nipote di un personaggio importante della corte milanese come Maffeo di Ambrogio da Muzzano. Il suo cortese innamorato, uomo probabilmente ricco ma forse non nobile, allestì il codice oggi King's per regalarlo all'amata, dimostrando poca perizia poetica ma affidandosi a importanti copisti, miniatori e decoratori.
Il colloquio circolare: i libri, gli allievi, gli amici. In onore di Paola Vecchi Galli
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10278/3727390
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact