Epicuro e la formazione di sé: pathologikos e aitiologikos tropos