Nella storia linguistica italiana sono attestate due tradizioni allografiche principali: il greco-romanzo (sardo e varietà italoromanze, specie del Meridione estremo, scritti in caratteri greci) e il giudeo-italiano (volgari e italiano in scrittura ebraica). Il saggio descrive entrambe le tradizioni relativamente ai corpora testuali e alle modalità della transcritturazione. Per ciascuna tradizione, infine, si fornisce uno specime testuale provvisto di un'introduzione.

Allography is a general term that refers to the practice of writing one language in the script of another language, because of historical and cultural circumstances. All through the Middle Ages and Early Modern Times, Italian vernaculars have been written in both Greek and Hebrew characters by, respectively, the Greek communities of Southern Italy and the Jewish communities scattered across the peninsula. Sporadic uses of the Arabic and Syriac scripts for Italo-Romance varieties are also attested, for reasons that still need to be explained. The allographic corpus includes significant documents for Italian linguistic history, such as the earliest written records of Sicilian, Calabrian, and Salentino dialects. Some of the texts are quite relevant for the history of Italian literature, as is the case for the poetic fragments in Greek characters of the ms. Laur. Plut. 57.36, witnessing to the spread of court love poetry in Salento, and the well-known Judeo-Italian elegy, anthologized by Contini in his “Poeti del Duecento”. Texts in non-Latin scripts also display recurrent textual strategies, discourse traditions, formulaic expressions, translation techniques (in the case of volgarizzamenti). The study of these elements can provide decisive clues to define the cultural contexts in which our texts were written.

Altre scritture

Daniele Baglioni
2021

Abstract

Nella storia linguistica italiana sono attestate due tradizioni allografiche principali: il greco-romanzo (sardo e varietà italoromanze, specie del Meridione estremo, scritti in caratteri greci) e il giudeo-italiano (volgari e italiano in scrittura ebraica). Il saggio descrive entrambe le tradizioni relativamente ai corpora testuali e alle modalità della transcritturazione. Per ciascuna tradizione, infine, si fornisce uno specime testuale provvisto di un'introduzione.
Storia dell'italiano scritto
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Baglioni (2021)_Altre scritture.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione dell'editore
Licenza: Accesso gratuito (solo visione)
Dimensione 338.82 kB
Formato Adobe PDF
338.82 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10278/3725387
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact