Rosmini e Manzoni: ontologia e linguaggio