Con la pubblicazione di questo volume si realizza un progetto nato diversi anni fa. Durante le lezioni di lingua persiana del corso di laurea magistrale in Lingue Culture e Civiltà dell’Asia e dell’Africa Mediterranea, decisi di coinvolgere gli studenti nel lavoro di traduzione e analisi testuale di questo romanzo di Hushang Moradi Kermani. La verità disarmante e universale dei piccoli fatti, la limpidezza del linguaggio, l’immediatezza dell’umanità dei personaggi. In questa storia semplice, ambientata in un villaggio dell’Iran lontano dal rumore e dalle possibilità delle città, l’essenzialità dell’esistenza si confronta direttamente con le pieghe dell’animo umano, con la forza e la fragilità, il coraggio e l’inerzia, con la fantasia e l’abitudine, la generosità e la paura, la realtà e l’immaginazione, sono alcuni degli aspetti peculiari di questa storia.

«Ad ogni modo, tutti siamo sfortunati con qualcosa. Io stesso, nella mia vita, non ho avuto fortuna con gli alberi di pesche. Dio solo sa quanto desiderassi avere un pesco come quello di Mohammad Sādeq, il nostro vicino, ma non ci sono mai riuscito. Non le nascondo nulla: ho piantato dieci alberi di pesco davanti alla mia casa, e non uno ha dato dei frutti. O si sono seccati, o i frutti sono caduti che erano ancora acerbi. Lei invece è sfortunato con le anfore. Alcuni altri non hanno fortuna con le scarpe, come ad esempio mia moglie.»

L'anfora

Daniela Meneghini
2019

Abstract

Con la pubblicazione di questo volume si realizza un progetto nato diversi anni fa. Durante le lezioni di lingua persiana del corso di laurea magistrale in Lingue Culture e Civiltà dell’Asia e dell’Africa Mediterranea, decisi di coinvolgere gli studenti nel lavoro di traduzione e analisi testuale di questo romanzo di Hushang Moradi Kermani. La verità disarmante e universale dei piccoli fatti, la limpidezza del linguaggio, l’immediatezza dell’umanità dei personaggi. In questa storia semplice, ambientata in un villaggio dell’Iran lontano dal rumore e dalle possibilità delle città, l’essenzialità dell’esistenza si confronta direttamente con le pieghe dell’animo umano, con la forza e la fragilità, il coraggio e l’inerzia, con la fantasia e l’abitudine, la generosità e la paura, la realtà e l’immaginazione, sono alcuni degli aspetti peculiari di questa storia.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
978-88-6969-389-2.pdf

accesso aperto

Descrizione: Testo completo a mia cura. Introduzione a mia cura
Tipologia: Versione dell'editore
Licenza: Accesso gratuito (solo visione)
Dimensione 14.33 MB
Formato Adobe PDF
14.33 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10278/3721947
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact