La filiera dell’auto italiana tra ritardo nell’innovazione e linee di sviluppo differenziate