Washitsu, le stanze di Massimo Moricone