Abstract Nel corso della storia, cultura, intercultura e transcultura sono state spesso disgiunte secondo i domini culturali delle diverse epoche storiche, secondo le fenomenologia delle diverse condizioni e contesti. Lungo la storia, i linguaggi, le forme, le rappresentazioni si modificano, si perdono, muoiono, si evolvono, ma se la leggiamo come un sistema complesso “interattivo, ricorsivo e ologrammatico”(Morin 1990), ci si rende conto che i linguaggi, le forme, anche se situate diversamente, sono co-presenti, assumono altri significati, altre forme, translitterano verso altri livelli. Questa è l’intelligenza della conoscenza, che sa andare avanti e indietro nella storia delle forme e della loro costruzione esplorando, de-costruendo e ricostruendo mondi culturali rappresentati, significati impliciti, contesti immateriali, portatori di interessi. Nella società complessa, la cultura e la formazione si è dotata di questi linguaggi, per leggere e riconoscere il nuovo mondo, dare senso al divenire, sviluppare le parole chiave del processo formativo per il futuro. Un futuro in grado di sostenere una nuova antropo-ontologia dell’essere umano, preparando le soggettività a compiti sempre più complessi e sconosciuti. Bisogna investire nel “futuro come fatto culturale” dice Appadurai (2001), seguendo l’eredità di Weber, una politica delle possibilità sulla politica delle probabilità. Siamo in una società che sta maturando con difficoltà una cultura aperta alla differenza. L’educazione, la formazione hanno i dispositivi e gli strumenti per comprenderla, contestualizzarla, dare sviluppo a più e diversi percorsi identitari e di appartenenza di soggetti, comunità, paesi, nazioni.

“The Future as Cultural fact” from compétence to capabilities“L'avenir en tant que fait culturel” de la compétence aux capacitations

Padoan Ivana Maria
Membro del Collaboration Group
2019

Abstract

Abstract Nel corso della storia, cultura, intercultura e transcultura sono state spesso disgiunte secondo i domini culturali delle diverse epoche storiche, secondo le fenomenologia delle diverse condizioni e contesti. Lungo la storia, i linguaggi, le forme, le rappresentazioni si modificano, si perdono, muoiono, si evolvono, ma se la leggiamo come un sistema complesso “interattivo, ricorsivo e ologrammatico”(Morin 1990), ci si rende conto che i linguaggi, le forme, anche se situate diversamente, sono co-presenti, assumono altri significati, altre forme, translitterano verso altri livelli. Questa è l’intelligenza della conoscenza, che sa andare avanti e indietro nella storia delle forme e della loro costruzione esplorando, de-costruendo e ricostruendo mondi culturali rappresentati, significati impliciti, contesti immateriali, portatori di interessi. Nella società complessa, la cultura e la formazione si è dotata di questi linguaggi, per leggere e riconoscere il nuovo mondo, dare senso al divenire, sviluppare le parole chiave del processo formativo per il futuro. Un futuro in grado di sostenere una nuova antropo-ontologia dell’essere umano, preparando le soggettività a compiti sempre più complessi e sconosciuti. Bisogna investire nel “futuro come fatto culturale” dice Appadurai (2001), seguendo l’eredità di Weber, una politica delle possibilità sulla politica delle probabilità. Siamo in una società che sta maturando con difficoltà una cultura aperta alla differenza. L’educazione, la formazione hanno i dispositivi e gli strumenti per comprenderla, contestualizzarla, dare sviluppo a più e diversi percorsi identitari e di appartenenza di soggetti, comunità, paesi, nazioni.
« Professionnalisation, innovation et apprentissage, leviers de développement ?
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
PARIAT_LAFONT_DOCUMENTATION_HAITIENNE_PROFESSIONNALISATION_INNOVATION_COUV(2).pdf

accesso aperto

Descrizione: copertina volume
Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso gratuito (solo visione)
Dimensione 762.77 kB
Formato Adobe PDF
762.77 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
PROFESSIONNALISATION, INNOVATION ET APPRENTISSAGE EN HAÏTI.pdf

accesso aperto

Descrizione: Flyer collana L'Harmattan
Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 841.54 kB
Formato Adobe PDF
841.54 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
Padoan L'avenir en tant que fait culturel.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso gratuito (solo visione)
Dimensione 617.83 kB
Formato Adobe PDF
617.83 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10278/3715229
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact