I più recenti sviluppi della glottodidattica hanno portato ad un mutamento del ruolo della grammatica nell’insegnamento della lingua straniera. Nel metodo grammaticale-traduttivo, l’insegnamento esplicito delle regole grammaticali aveva un ruolo fondamentale. Nell’approccio comunicativo – che dagli anni Settanta ha formato la base della maggior parte dei metodi e degli approcci adottati nella glottodidattica – la competenza comunicativa è privilegiata rispetto alla conoscenza delle caratteristiche formali della lingua. Nella fase “post comunicativo”, nella quale il Quadro comune europeo di riferimento per le lingue (CEFR) ha un ruolo influente, la nozione della lingua da insegnare, e di conseguenza la grammatica, è stata ridefinita per comprendere elementi socio-culturali, pragmatici e discorsivi. Le diverse teorie linguistiche, pedagogiche e psicolinguistiche relative alla didattica della lingua straniera hanno influito sui diversi approcci alla valutazione della grammatica, rispecchiando i cambiamenti diacronici. La tecnologia informatica in particolare ha apportato grandi modifiche non solo al modo in cui si insegnano le lingue straniere ma anche al modo in cui vengono valutate. Computer-based testing – test computerizzati installati su pc – e, più recentemente, Internet-based testing – test computerizzati somministrati attraverso Internet – hanno portato a nuovi metodi nella costruzione di test linguistici, nella loro somministrazione, nella gestione dei dati e nell’analisi e interpretazione dei punteggi. Questo capitolo apre con una sintetica discussione storica sul ruolo della grammatica nei diversi approcci con riferimenti ai cambiamenti relativi nelle forme di valutazione della conoscenza grammaticale. Si passa da alcune considerazioni iniziali nella preparazione di un test informatizzato di grammatica ad una discussione dei formati di task disponibili in questo modo di valutazione. Si considerano quindi le criticità rappresentate dall’acquisizione della grammatica per gli studenti con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) e sordi. Si conclude con alcune riflessioni importanti per lo studio qui presentato sull’accessibilità nella valutazione delle competenze linguistiche degli studenti universitari con DSA e sordi.

La valutazione della conoscenza grammaticale

Geraldine Ludbrook
2018

Abstract

I più recenti sviluppi della glottodidattica hanno portato ad un mutamento del ruolo della grammatica nell’insegnamento della lingua straniera. Nel metodo grammaticale-traduttivo, l’insegnamento esplicito delle regole grammaticali aveva un ruolo fondamentale. Nell’approccio comunicativo – che dagli anni Settanta ha formato la base della maggior parte dei metodi e degli approcci adottati nella glottodidattica – la competenza comunicativa è privilegiata rispetto alla conoscenza delle caratteristiche formali della lingua. Nella fase “post comunicativo”, nella quale il Quadro comune europeo di riferimento per le lingue (CEFR) ha un ruolo influente, la nozione della lingua da insegnare, e di conseguenza la grammatica, è stata ridefinita per comprendere elementi socio-culturali, pragmatici e discorsivi. Le diverse teorie linguistiche, pedagogiche e psicolinguistiche relative alla didattica della lingua straniera hanno influito sui diversi approcci alla valutazione della grammatica, rispecchiando i cambiamenti diacronici. La tecnologia informatica in particolare ha apportato grandi modifiche non solo al modo in cui si insegnano le lingue straniere ma anche al modo in cui vengono valutate. Computer-based testing – test computerizzati installati su pc – e, più recentemente, Internet-based testing – test computerizzati somministrati attraverso Internet – hanno portato a nuovi metodi nella costruzione di test linguistici, nella loro somministrazione, nella gestione dei dati e nell’analisi e interpretazione dei punteggi. Questo capitolo apre con una sintetica discussione storica sul ruolo della grammatica nei diversi approcci con riferimenti ai cambiamenti relativi nelle forme di valutazione della conoscenza grammaticale. Si passa da alcune considerazioni iniziali nella preparazione di un test informatizzato di grammatica ad una discussione dei formati di task disponibili in questo modo di valutazione. Si considerano quindi le criticità rappresentate dall’acquisizione della grammatica per gli studenti con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA) e sordi. Si conclude con alcune riflessioni importanti per lo studio qui presentato sull’accessibilità nella valutazione delle competenze linguistiche degli studenti universitari con DSA e sordi.
Test linguistici accessibili per studenti sordi e con DSA. Pari opportunità per l’accesso all’Università
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
7 valutazione grammatica Ludbrook.pdf

non disponibili

Descrizione: capitolo 7 del volume
Tipologia: Versione dell'editore
Licenza: Accesso chiuso-personale
Dimensione 175.29 kB
Formato Adobe PDF
175.29 kB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10278/3712554
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact