Il saggio riprende e perfeziona un tema già trattato dall'autore, sulla genesi e il rapporto fra gli autori, Bernstein, con Robbins, Laurents, Sondheim, e l'ipotesto shakespeariano, aggiungendo un paragrafo sulla ricezione dell'opera, e in particolare sulle novità apportate dalle registrazione di Bernstein per la Deutsche Grammophon, che accentuò i caratteri operistici del lavoro, lasciando il genere originale del Musical sullo sfondo.

«There’s a place for us»: Giulietta e Romeo da Verona nel West-Side

Michele Girardi
2018

Abstract

Il saggio riprende e perfeziona un tema già trattato dall'autore, sulla genesi e il rapporto fra gli autori, Bernstein, con Robbins, Laurents, Sondheim, e l'ipotesto shakespeariano, aggiungendo un paragrafo sulla ricezione dell'opera, e in particolare sulle novità apportate dalle registrazione di Bernstein per la Deutsche Grammophon, che accentuò i caratteri operistici del lavoro, lasciando il genere originale del Musical sullo sfondo.
West Side Story
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
mmf_sta1819_west side story_interno.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 1.93 MB
Formato Adobe PDF
1.93 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10278/3711629
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact