Abe Shinzō è tra i primi ministri più longevi del suo paese, con più di duemila giorni alla guida dell'esecutivo. Nel corso del suo mandato sono state approvate riforme fondamentali (anche se non sempre popolari), come le modifiche alle Leggi di pace e sicurezza che espandono il ruolo dell’esercito e promuovono un nuovo attivismo giapponese in campo internazionale. L’analisi delle costruzioni discorsive su cui fonda la sua azione di governo rappresenta uno strumento utile a comprendere le motivazioni alla base del suo successo politico fuori e dentro il partito. Obiettivo di questo lavoro è esaminare i fattori determinanti della popolarità e della permanenza a capo del governo del premier giapponese, con particolare attenzione al suo stile discorsivo. Le modalità di presentazione dei problemi, oltre all'assegnazione di una maggiore o minore urgenza alle rispettive soluzioni non solo restituiscono un'immagine precisa della vita politica, ma sottolineano quanto il discorso sia un fattore decisivo nella creazione o nella riforma di assetti istituzionali consolidati. I risultati dell’analisi condotta mettono in luce come la costruzione di discorsi e narrative ricorrano a dinamiche di stampo prevalentemente populista, facendo appello alla sfera emotiva dell'elettorato più che alla razionalità.

Da Abenomics ad Abeism: Discorso politico e riforme istituzionali nel Giappone di Abe

Marco Zappa
2018-01-01

Abstract

Abe Shinzō è tra i primi ministri più longevi del suo paese, con più di duemila giorni alla guida dell'esecutivo. Nel corso del suo mandato sono state approvate riforme fondamentali (anche se non sempre popolari), come le modifiche alle Leggi di pace e sicurezza che espandono il ruolo dell’esercito e promuovono un nuovo attivismo giapponese in campo internazionale. L’analisi delle costruzioni discorsive su cui fonda la sua azione di governo rappresenta uno strumento utile a comprendere le motivazioni alla base del suo successo politico fuori e dentro il partito. Obiettivo di questo lavoro è esaminare i fattori determinanti della popolarità e della permanenza a capo del governo del premier giapponese, con particolare attenzione al suo stile discorsivo. Le modalità di presentazione dei problemi, oltre all'assegnazione di una maggiore o minore urgenza alle rispettive soluzioni non solo restituiscono un'immagine precisa della vita politica, ma sottolineano quanto il discorso sia un fattore decisivo nella creazione o nella riforma di assetti istituzionali consolidati. I risultati dell’analisi condotta mettono in luce come la costruzione di discorsi e narrative ricorrano a dinamiche di stampo prevalentemente populista, facendo appello alla sfera emotiva dell'elettorato più che alla razionalità.
Orizzonti giapponesi: ricerche, idee, prospettive
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Zappa_aistugia_abe.pdf

accesso aperto

Descrizione: Articolo principale
Tipologia: Versione dell'editore
Licenza: Creative commons
Dimensione 2.03 MB
Formato Adobe PDF
2.03 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10278/3702500
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact