Il volume raccoglie i resoconti dei viaggi in Italia scritti da Nikolaj Anciferov (1889-1958), storico e culturologo russo. Per la prima volta i resoconti sono pubblicati in versione integrale (frutto di un lavoro di ricerca negli archivi dell'Istituto di Letteratura Mondiale di Mosca) e opportunamente commentati e corredati di un apparato di illustrazioni. Il lettore ha così la possibilità di ricostruire itinerari e impressioni di un primo fugace viaggio dello studioso, allora studente (1910), di una gita-studia con compagni universitari sotto la guida del loro professor Ivan Grevs (1912, il cosiddetto "carovano russo" [sic]), e del viaggio di nozze con la moglie Tanja (1914). I testi si contraddistinguono per uno sguardo estatico per le bellezze dell'arte e del paesaggio, ma allo stesso tempo anche per un sentimento di rifiuto verso la cultura italiana vista come trionfo di edonismo, incapace di elevare spiritualmente l'uomo. Un atteggiamento che è possibile rilevare in vari viaggiatori russi dell'epoca.

Otčizna moej duši. Vospominanija o putešestvijach v Italiju

Alessandro Farsetti
2016

Abstract

Il volume raccoglie i resoconti dei viaggi in Italia scritti da Nikolaj Anciferov (1889-1958), storico e culturologo russo. Per la prima volta i resoconti sono pubblicati in versione integrale (frutto di un lavoro di ricerca negli archivi dell'Istituto di Letteratura Mondiale di Mosca) e opportunamente commentati e corredati di un apparato di illustrazioni. Il lettore ha così la possibilità di ricostruire itinerari e impressioni di un primo fugace viaggio dello studioso, allora studente (1910), di una gita-studia con compagni universitari sotto la guida del loro professor Ivan Grevs (1912, il cosiddetto "carovano russo" [sic]), e del viaggio di nozze con la moglie Tanja (1914). I testi si contraddistinguono per uno sguardo estatico per le bellezze dell'arte e del paesaggio, ma allo stesso tempo anche per un sentimento di rifiuto verso la cultura italiana vista come trionfo di edonismo, incapace di elevare spiritualmente l'uomo. Un atteggiamento che è possibile rilevare in vari viaggiatori russi dell'epoca.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Anziferov_110116.pdf

non disponibili

Descrizione: 5,3 Mb
Tipologia: Documento in Pre-print
Licenza: Accesso chiuso-personale
Dimensione 5.2 MB
Formato Adobe PDF
5.2 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/10278/3697381
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact