Il saggio rende nota un'effigie realizzata dal pittore veneziano Angelo Trevisani, elogiato da Anton Maria Zanetti (1733) per la sue doti ritrattistiche. L'opera in esame, datante al 1723-1724, raffigura il procuratore di San Marco Giovanni Emo; in precedenza, recava un'attribuzione a Fortunato Pasquetti

Per Angelo Trevisani ritrattista

Delorenzi Paolo
2008-01-01

Abstract

Il saggio rende nota un'effigie realizzata dal pittore veneziano Angelo Trevisani, elogiato da Anton Maria Zanetti (1733) per la sue doti ritrattistiche. L'opera in esame, datante al 1723-1724, raffigura il procuratore di San Marco Giovanni Emo; in precedenza, recava un'attribuzione a Fortunato Pasquetti
L’attenzione e la critica. Scritti di storia dell’arte in memoria di Terisio Pignatti
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
2008_Trevisani.pdf

accesso aperto

Descrizione: Saggio
Tipologia: Versione dell'editore
Licenza: Accesso gratuito (solo visione)
Dimensione 5.88 MB
Formato Adobe PDF
5.88 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10278/3696093
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact