Dante Alighieri: la funzione cosmoplolitica degli intellettuali italiani