L'assillo dell'identità e la necessità della continuità nell'esperienza poetica di Kostìs Palamàs (1859-1943)