Simulare e dissimulare. L’interpretazione dei segni in "Mansfield Park"