Spazi virtuali, spazi distopici. Il corpo-mondo di Henri Michaux