Vengono minutamente indagati i rapporti che Belli ebbe con il paese elvetico, di cui visitò il Canton Ticino e che pensò come luogo ideale per l’educazione del figlio, o rapporti con letterati legati alla Svizzera e soprattutto la presenza delle guardie svizzere nei sonetti romaneschi.

Belli e la Svizzera.

GIBELLINI, Pietro
2011-01-01

Abstract

Vengono minutamente indagati i rapporti che Belli ebbe con il paese elvetico, di cui visitò il Canton Ticino e che pensò come luogo ideale per l’educazione del figlio, o rapporti con letterati legati alla Svizzera e soprattutto la presenza delle guardie svizzere nei sonetti romaneschi.
Studi per Gian Paolo Marchi.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Gibel GGB svizz musc Marchi.pdf

accesso aperto

Tipologia: Documento in Post-print
Licenza: Accesso gratuito (solo visione)
Dimensione 281.11 kB
Formato Adobe PDF
281.11 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in ARCA sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/10278/26080
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact