In terre antiche. La ‘premodernità liquida’ di Amitav Ghosh