S. Prokof’eva. Conversazione senza testimone