Effetto rebound: Dostoevskij e Visconti