Monsù Endel servitore di due padroni. Per una nuova giustificazione dell'arte allegorica